Action Drama Thriller Top

Jack Reacher 2: Punto di non ritorno (2016) Streaming ITA

Trama

Jack Reacher 2: Punto di non ritorno (2016) Streaming

 

Jack Reacher fa ritorno al quartier generale della sua unità. Ma lo aspetta una brutta sorpresa: scopre di essere accusato di un omicidio che risale a 16 anni prima.

Jack Reacher 2: Punto di non ritorno Streaming ITA HD

Jack Reacher 2: Punto di non ritorno Trailer ITA

Motore di Ricerca Streaming Film

Recensione Film

Qualita Audio/Video: AC3.DVDRip

 

Buona parte delle persone che conosco, inclusa la maggiorparte dei miei colleghi in ufficio, mi hanno confessato più volte di andare al cinema raramente: giusto un paio di volte all’anno, segnatamente durante il ponte di Natale, per “divertirsi” con il cinepattone (comico) nostrano e/o quello americano (fantasy).

Chi tra loro ha figli piccoli, generalmente svogliatamente, finisce per frequentare le sale “persino” 5/6 volte all’anno: “eh che cavolo, ogni due mesi esce un nuovo cartoon o un film con i supereroi” !

E tra l’altro, TUTTI , non comprendono affatto come si possa collezionare i dvd (i bluray neanche sanno cosa sono: vabbè ora esagero !): “tanto prima o poi quel film lo danno in tv: e poi, “se lo hai già visto una volta, a che ti serve avere il dvd?”.

(E pensare che io attendo persino l’uscita in bluray di molti film….che “pirla” !)

Che dire? Nulla, prendo serenamente atto “dello stato delle cose”.

Qui sul sito, “le cose” vanno un pochino meglio: eh meno male!

Tuttavia, conosco molte persone che anche qui, prima di essere dei grandi appassionati di Cinema, sono più che altro amanti della scrittura e della critica cinematografica.

Alcuni amano più che altro il dibattito, la discussione: vogliono, attraverso il sito, trovare il modo di connettersi con qualcuno e fare così magari a volte amicizia. Può capitare.

È bello vedere che un sito come questo possa aiutare anche in tal senso.

Sono comunque tantissimi gli utenti che si recano pochissimo in sala ma che scrivono più o meno costantemente sul sito dopo aver visto il film in tv.

O in altro modo , ovvero scaricati.

Fatto che personalmente, come detto altre volte, comprendo (quasi) esclusivamente per i titoli non distribuiti : e ce ne sono purtroppo, da noi in Italia come altrove, anche se bisogna riconoscere che in Francia, meglio a Parigi e in qualche località della Costa Azzurra, sotto questo aspetto “si vive meglio”).

Perchè “quasi”? Perchè certo, per coloro che non dico abitano in una valle desolata, ma solamente in provincia, a volte “è dura” sopravvivere alla distribuzione “a tappeto” dei vari Star Wars, Avengers, Batman, Kung fu Panda, Zalone,Verdone.

Ai miei occhi di grande appassionato ciò mi dispiace: sin da bambino vado con continuità al cinema.

E fino a quando sarò in salute ed ne avrò la possibilità economica, continuerò a farlo.

Non c’è niente di meglio che vedere un gran film in sala.

Questo pur essendo, come dico sempre, una persona che “vede poco di tutto” (con un particolare riguardo ai maggiori registi americani) ma “non di tutto e di più” come moltissimi qui sul sito capaci di vedere ogni genere, ogni cinematografia. Tutto!

Esattamente come per “la cucina”, io invece mi tengo a distanza da ciò che mi è indigesto: già qualche volta mi capita di mangiare piatti “sulla carta” di mio gradimento ma cucinati in modo anonimo o quanto meno insapore.

LA SCORSA STAGIONE 2015/2016 è piena di titoli di questo tipo, almeno “ai miei occhi”.

Figuriamoci se vado a mangiarmi “di corsa” qualcosa della “tradizione ghanese o vietnamita”, detto con tutto il rispetto. Vuoi mettere una bella costata o un’orata al forno?

Ma quali film andare a vedere In sala? Quelli che volete! Ma andateci!

E che anno sarà il 2016?

Qualche buon film per mia fortuna l’ho già visto: penso al cartoon  “Zootropolis”, all’indipendente e sincero “Tutti Vogliono Qualcosa” di Linklater: e da Cannes a “Julieta” e all’amato/odiato “The Neon Demon”.

E gli italiani? Vero, allora dico Virzì.

 

Spesso si consigliano i film che si amano, senza conoscere i gusti di chi li andrà poi a vedere.

 

Un po’ come quando regaliamo ad un compleanno, un oggetto, un vestito che piace a noi, senza preoccuparci cosa veramente ne penserà il festeggiato.

Un errore a mio avviso.

 

Ogni anno escono decine e decine di film: molti, diciamolo francamente, sono terribili.

Altri appena passabili.

Quelli che “rimangono” sono pochi: a volte si contano sulle dita di una mano.

 

Se penso al “mio sentire”, alla mia idea di Cinema, da settembre in avanti , arrivo ad individuare solo una ristretta manciata di titoli di mio vero grande interesse.

Alcuni film sono stati presentati a Cannes: qualche fortunato li ha già visti.

Prima o poi li distribuiranno, dai!

Altri arriveranno , sulla carta ce ne sono, da Venezia. Anche se , a dispetto di nomi altisonanti, non stanno giungendo ad oggi gran belle notizie. Ma “sperem”, mancano ancora 3 giorni alla chiusura.

 

Mi auguro che almeno alcuni dei titoli sotto elencati possano in futuro veramente far parte “del mio cuore”.

 

Ma questa playlist NON vuole essere certo un tassativo invito a vedere per forza questi film!

 

Ho scelto volutamente solo 9 titoli : spero almeno in una sorpresa! 🙂

 

Posso dire però, che oltre a questi titoli, “spero ugualmente”,  anche in altri film, alcuni sulla carta più ostici, (almeno per me, sia chiaro) come ad esempio “Just la fin du monde” e “Baccalaureat” (Graduation)” e altri meno graditi dalla critica in quel di Cannes , come “La fille Inconnue”dei fratelli Dardenne (che siano riusciti a sbagliare anche loro “almeno un film” 🙂 ??? Mi sembra improbabile ma tutto è possibile).

 

E poi “The Light Between the Ocean” di Cianfrance da Venezia. Anche questo accolto molto male dai più.

 

Poi arriveranno anche i nuovi film di Allen , di Stone (“Snowden”) e Burton (“Miss Peregrine…”).

 

Purtroppo “L’economie du couple” di Joachim Lafosse , presentato a Cannes e assai apprezzato dai critici della rivista Cineforum, con cui sono molto spesso in sintonia, non credo verrà distribuito: felice di sbagliarmi.

 

Ecco, allora questo, lo vedrò “in altro modo”.

 

Un abbraccio e buon anno cinematografico a tutti.

+ Info